Agosto 2017
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

Calendario Calendario

Google Translate
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» 2 CHIACCHERE TRA DI NOI
Lun Ago 14, 2017 11:20 pm Da guanda80

» sesso del mio incardellato
Mar Lug 04, 2017 8:55 pm Da cicciodog

» Allevamento Enrico Pini
Dom Mag 07, 2017 9:39 pm Da guanda80

» Allevare un verdone
Mar Mag 02, 2017 6:53 pm Da Cristiano Ferrari

» Ciao Massimo
Mar Apr 04, 2017 4:08 am Da andiok

» Canarino comune italico
Dom Mar 05, 2017 8:08 pm Da giorgio giusini

» cardinalino x canarina ardesia
Mer Feb 08, 2017 6:05 pm Da Cristiano Ferrari

» ANNULLATA MOSTRA SCAMBIO S.VALENTINO 2017
Mer Feb 08, 2017 5:57 pm Da Cristiano Ferrari

» Come ritardare le cove?
Mar Feb 07, 2017 7:00 pm Da guanda80

I postatori più attivi del mese
andiok
 
guanda80
 
Cristiano Ferrari
 

Statistiche
Abbiamo 947 membri registrati
L'ultimo utente registrato è bernarduccio

I nostri membri hanno inviato un totale di 139552 messaggi in 7166 argomenti
forumornitologico.forumattivo.it
motori ricerca

Bengalino Verde - Cappuccino Ventrerosso (di Alamanno Capecchi)

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Bengalino Verde - Cappuccino Ventrerosso (di Alamanno Capecchi)

Messaggio Da Cristiano Ferrari il Lun Feb 23, 2015 6:52 pm

Gli Astrildidi. Specie endemiche dell’India.
 
                                                         
Tra le circa 1277 specie di Uccelli, riportate nella check-list  dell’India, appena nove appartengono alla  famiglia Astrildidae 
Amandava amandavaBengalino comune
Amandava formosaBengalino verde
Lonchura malabaricaBecco d'argento indiano
Lonchura striataCappuccino groppone bianco
Lonchura kelaartiCappuccino ventrerosso
Lonchura punctulataDomino
Lonchura malaccaCappuccino tricolore
Lonchura atricapillaCappuccino testa nera (Alcuni sistematici la considerano sottospecie della
L. malacca)
Padda oryzivoraPadda  (importata)
 
Di queste  nove, soltanto una specie (Amandava formosa) e due sottospecie ( L. k. vernayi L. k. jerdoni )  sono endemiche.
 
 
Il Bengalino verde Amandava formosa (Latham) 1790.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
Il piccolo e grazioso Bengalino verde (Lunghezza totale cm 10)  e   uno dei  pochi astrildidi in cui i colori predominanti sono il verde ed il giallo.
Il maschio ha le parti superiori, verde o­liva; il petto, verde-giallo; ventre e sottocoda, gialli; -vistosa zebratura sui fian­chi;  coda nera e becco rosso.
 La femmina ha i colori più smorti e le zebrature meno nette.
 
Presente nella parte centrale dell’India in zone verdeggianti ricche di cespugli  nei quali costruisce, senza particolare abilità, un nido chiuso con apertura laterale, nel quale depone le uova e alleva la prole. 
Le uova, in media 4.- 6 per covata, sono bianche; l'incubazione dura, in relazione  alle condizioni ambientali, 12.16 giorni; i piccoli rimangono nel nido dai sedici ai ventun giorni raggiungendo l'indipen­denza in circa 35.
Raramente il nido viene collocato sugli alberi.
Il Bengalino verde si alimenta in particolare di semi di erbe spontanee sia allo stato ceroso, sia allo stato secco e di insetti fitofagi (indispensabili per l’allevamento dei nidiacei nei primi giorni di vita)  che tra queste erbe vivono copiosi.
In cattività.
A differenza del Bengalino mo­scato Amandava amandava, il Bengalino verde è sempre stato poco importato e scarsamente conosciuto. II Ronna, che riferendosi al primo affer­mava essere noto in Italia quanto nei luo­ghi di origine, sentite cosa scri­veva a proposito del Bengalino verde: «Di questo bel bengalino, quantunque ne troviamo accenni in Russ, Hartlaub, Serdon, Moreau, ecc., poco o nulla si conosce relativamente anche da poco tempo (1873).
 
L’Amandava formosa è ritenuto  di non facile acclimatazione per cui  per i soggetti di recente importazione è consigliato di ospitarli in una voliera al coperto, grande e riscaldata (22°C). Soltanto dopo sei-otto settimane, se le condizioni climatiche sono favorevoli possono essere trasferiti in voliera esterna provvista di molte piante ma in caso di cattivo tempo e in inverno devono esser nuovamente portati in casa mantenendo la temperatura sui 14-15 gradi centigradi
Unica eccezione l’esperienza di Maranini pubblicata nel 1978 su “Avifauna” Che riporto integralmente: “La coppia che dallo scorso agosto abbiamo acquistato alla Sagra di Sacile e sulla quale stiamo compiendo le normali osservazioni di cui siamo soliti usare per ogni specie introdotta, vive in un contenitore all'inglese di media dimensione, in cui sono ospitati altri piccoli Astrildidi, sistemato in una stanza senza riscaldamento, dove la finestra è costantemente aperta e circola aria, talvolta gelida specialmente di notte.”
 
Scarsamente incline a riprodursi in cattività, sono pochi i casi documentati di deposizioni e svezzamento completo dei nidiacei. V. Orlando,1959 (Vedi bibliografia) informa che già nel 1906, alcuni allevatori tedeschi erano  riusciti con successo ad ottenere la riproduzione in grandi aviari esterni e succes­sivamente anche qualche allevatore francese aveva tentato la riproduzione ottenendo, però, la nascita di pochi nidiacei,  che morirono dopo pochi giorni.
Alimentazione in cattività.
Miglio, panico, preferibilmente in spighe e una piccola percentuale di scagliola. Cibo vivo secondo necessità.  Sempre a disposizione, grit e osso di seppia.
 
Esperienza personale
Ho posseduto nel corso degli anni alcune coppie di questo grazioso uccellino che, diver­samente da quanto riportato dalla letteratura del settore, hanno superato sempre bene il periodo di acclimatazione, riproducendosi in voliera più volte.
 
 Cappuccino ventrerosso Lonchura kelaarti (Jerdon) 1863
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
 
Il Cappuccino ventrerosso è presente in India con le sue due forme subspecifiche  L.k. vernayi e L.k. jerdoni. Numericamente mai abbondante, anche se abbastanza comune, vive in areali limitati ai margini delle selve e tra i cespugli in zone umide ad altitudini comprese tra i 600 ed i 2100 metri.
Si alimenta con semi di erbe sponta­nee, grano,  riso  e saltuariamente di piccoli  insetti.
Si riproduce in nidi posti tra i cespugli, tra i rami delle piante rampicanti e nelle cavità degli alberi ad un'altezza variabile da 1 a 6 metri, talvolta anche più in alto,  di forma rotondeggiante, come quella di altri Astrildidi,  intessuti con erba secca, crini, muschio e fibre. Depone fino a otto uova per covata. (Alì e Ripley) Il piumaggio giovanile, pur simile a quello delle altre Lonchure, è caratterizzato da eviden­ti barrature nelle parti inferiori. 
 
Esperienza personale.
Anni fa ebbi l’occasione di tenere in voliera, per circa due anni alcuni esemplari di una delle due sottospecie, probabilmente la L.k. jerdoni, acquistati insieme a un numeroso gruppo di altre Lonchure. Nessun problema per l’allevamento. Nessun tentativo di iniziare il ciclo riproduttivo.



_________________
...ASPETTANDO IL RITORNO DEGLI ANUNNAKI

RNA 90PW

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
Cristiano Ferrari
Admin
Admin

Messaggi : 7709
Data d'iscrizione : 24.11.11
Località : Appennino Reggiano

http://forumornitologico.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bengalino Verde - Cappuccino Ventrerosso (di Alamanno Capecchi)

Messaggio Da andiok il Lun Feb 23, 2015 7:44 pm

bella scheda @Christiano Ferrari
avatar
andiok
Senior Mod
Senior Mod

Messaggi : 1872
Data d'iscrizione : 13.12.11
Età : 36
Località : Albania, Tirana

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bengalino Verde - Cappuccino Ventrerosso (di Alamanno Capecchi)

Messaggio Da guanda80 il Lun Feb 23, 2015 8:40 pm

grande Cri!!!

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
RNA FOI 66TM

son talmente avanti che se me giro 'ndrio vedo ancora el futuro....
avatar
guanda80
Senior Mod
Senior Mod

Messaggi : 6490
Data d'iscrizione : 13.12.11
Età : 36
Località : Caselle di Sommacampagna

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bengalino Verde - Cappuccino Ventrerosso (di Alamanno Capecchi)

Messaggio Da sandro mauri il Lun Feb 23, 2015 9:26 pm

Bel lavoro Very Happy Very Happy Very Happy

_________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
sandro mauri
Senior Mod
Senior Mod

Messaggi : 15022
Data d'iscrizione : 07.09.12
Età : 55
Località : milano provincia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bengalino Verde - Cappuccino Ventrerosso (di Alamanno Capecchi)

Messaggio Da francoma il Mar Feb 24, 2015 3:32 pm

Molto interessante e molto belli ,il becco rosso sembra dipinto, bella divulgazione bravo Cris  Wink
avatar
francoma
Sponsor
Sponsor

Messaggi : 7070
Data d'iscrizione : 28.02.12
Età : 65
Località : genova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Bengalino Verde - Cappuccino Ventrerosso (di Alamanno Capecchi)

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum