Agosto 2017
LunMarMerGioVenSabDom
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   

Calendario Calendario

Google Translate
Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» 2 CHIACCHERE TRA DI NOI
Lun Ago 14, 2017 11:20 pm Da guanda80

» sesso del mio incardellato
Mar Lug 04, 2017 8:55 pm Da cicciodog

» Allevamento Enrico Pini
Dom Mag 07, 2017 9:39 pm Da guanda80

» Allevare un verdone
Mar Mag 02, 2017 6:53 pm Da Cristiano Ferrari

» Ciao Massimo
Mar Apr 04, 2017 4:08 am Da andiok

» Canarino comune italico
Dom Mar 05, 2017 8:08 pm Da giorgio giusini

» cardinalino x canarina ardesia
Mer Feb 08, 2017 6:05 pm Da Cristiano Ferrari

» ANNULLATA MOSTRA SCAMBIO S.VALENTINO 2017
Mer Feb 08, 2017 5:57 pm Da Cristiano Ferrari

» Come ritardare le cove?
Mar Feb 07, 2017 7:00 pm Da guanda80

I postatori più attivi del mese
andiok
 
guanda80
 
Cristiano Ferrari
 

Statistiche
Abbiamo 947 membri registrati
L'ultimo utente registrato è bernarduccio

I nostri membri hanno inviato un totale di 139552 messaggi in 7166 argomenti
forumornitologico.forumattivo.it
motori ricerca

Richiesta d'aiuto agli amici pappagallari

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Richiesta d'aiuto agli amici pappagallari

Messaggio Da francoma il Mer Mar 06, 2013 4:08 pm

Ciao a tutti stamattina all'aism dopo la fisio e' venuta a cercarmi nello spogliatoio la dott.ssa Angeli (quella della canarina gialla) disperata x il suo Cenerino che sta male ,mangia poco ,e si auto depluma l' ha preso piccolo ed e' allevato a mano (gli e' costato anche caro) mi pare avesse detto 2 anni di eta' (non sono sicuro)sapendo di tanti allevatori di pappagalli amici che ho sul forum mi ha chiesto gentilmente lumi in merito era di fretta lei e pure io non ho n° di tel. privato oppure e-mail so che abita a Rapallo se cortesemente qualcuno di voi sa dirmi qualcosa o mettere il proprio n°di telefono affinche' lei possa chiamare fa cosa gradita a lei e a me forse stasera mi chiama posso dare il n° di telefono di qualcuno di voi ? intanto se vuole mi faccio dare l'indirizzo e-mail x adesso grazie amici aspetto info
avatar
francoma
Sponsor
Sponsor

Messaggi : 7070
Data d'iscrizione : 28.02.12
Età : 65
Località : genova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Richiesta d'aiuto agli amici pappagallari

Messaggio Da Cristiano Ferrari il Mer Mar 06, 2013 4:11 pm

Bisogna che si rivolga a qualche veterinario esperto in grandi pappagalli (cosi' che conosca anche il lato comportamentale)

_________________
...ASPETTANDO IL RITORNO DEGLI ANUNNAKI

RNA 90PW

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine] [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine][Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
Cristiano Ferrari
Admin
Admin

Messaggi : 7709
Data d'iscrizione : 24.11.11
Località : Appennino Reggiano

http://forumornitologico.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

Re: Richiesta d'aiuto agli amici pappagallari

Messaggio Da francoma il Mer Mar 06, 2013 4:21 pm

Grazie Cris si e' rivolta a un veterinario non ricordo chi e dove ,anche perche' io ero nello spogliatoio e lei aveva una visita... quindi non era il posto adatto.. ma da come ho capito voleva sentire a voce un allevatore x un consiglio mi ha detto che faceva fare analisi delle feci e un prelievo del sangue ma se stasera mi chiama cosa le dico? se gli dessi il n° di telefono di qualcuno che risponde magari si capiscono
meglio cmq x adesso ti ringrazio gentile come sempre
avatar
francoma
Sponsor
Sponsor

Messaggi : 7070
Data d'iscrizione : 28.02.12
Età : 65
Località : genova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Richiesta d'aiuto agli amici pappagallari

Messaggio Da Mauro73 il Mer Mar 06, 2013 4:28 pm

Io non so aiutarti perchè non ho un cenerino ma come vedi dal mio avatar solo un piccolo caicco, ma l'autodeplumazione nel cenerino è abbastanza frequente, il 90% è un problema, come ha gia detto Cristiano, psicologico.
E' difficile dire cosa va o non va, può essere una mancanza di attenzioni, o troppe attenzioni o perfino qualcosa che lo infastidice sia dentro la gabbia che fuori.
Io le direi di affidarsi ad una persona molto preparata, che sia vet o allevatore professionale, il mio vet è sicuramente tra questi ma la distanza non è indifferente per cui non so quanto le convenga.
avatar
Mauro73
Senior Mod
Senior Mod

Messaggi : 2749
Data d'iscrizione : 14.02.13
Età : 44
Località : Como

Tornare in alto Andare in basso

Re: Richiesta d'aiuto agli amici pappagallari

Messaggio Da Spangle76 il Mer Mar 06, 2013 4:29 pm

Quoto Cristiano, le cause possono essere di varia natura, ti incollo qui un testo copiato da un sito dove trattano l'argomento nelle probabili cause scatenanti di questa patologia chiamata PICA.

Copia e incolla da un sito specializzato:

L'autodeplumazione - Picaje -Feather Picking

Uno dei problemi più frequenti e più spiacevoli dei pappagalli in cattività è l'automutilazione. La versione più frequente è il picaje delle piume, cioè, pappagalli che si strappano o rompono le piume da soli. Questa è una condotta terribile che può nascere per un'infinità di motivi, ed è proprio qui dove radica la difficoltà del suo trattamento. Dobbiamo dire che preso in tempo e conoscendo la causa che l'ha provocato è possibile ed a volte meno complicato trattarlo e risolverlo, ma una volta trascorso un periodo di tempo, finisce per trasformarsi in una tara psicologica simile alla gente che si morde le unghie. A partire da questo momento, il trattamento è molto più complicato. Bisogna anche dire che a forza di strapparsi le piume, arriva un momento in cui gli alvèoli dove questi nascono finiscono per danneggiarsi e pertanto le piume trovano difficoltà a rispuntare o peggio non escono mai più, in questo caso il picaje smette di avere possibili soluzione. Tra i motivi più importanti possiamo citare:

Patologico:La pica può essere in alcuni casi causata da problemi medici:

Parassiti: gli acari ed i vermi piatti possono causare la pica.

Micosi: Alcuni funghi tipo la "Candida Albican" può causare un prurito, e la pica può continuare fino al toccare le carni con conseguente sanguinazione.

Batterica: Generalmente dovuto ad una mancanza d'igiene ("Colibacille streptocochi")

PBFD: Malattia incurabile e molto contagiosa . Le piume degli uccelli risultano in disordine ed è presente una mancanza del suo sistema immunitario. Gli uccelli sono tristi, non si lisciano più le piume, la loro voce risulta alterata.

Stress:
Lo stress è uno dei problemi più gravi degli uccelli in cattività. Può apparire per molte ragioni come può essere il trasporto,il modo di trattare il pappagallo etc... Lo stress è un problema che non solo può essere origine del picaje ma anche è la situazione preferita per la maggior parte delle malattie. Nei momenti di stress le difese scendono e qualunque batterio o virus che faccia la ronda nelle prossimità, o che l'uccello abbia già e che non gli provochi nessuna conseguenza in momenti di alte difese, in situazioni di stress, possono provocare malattie realmente gravi.

Una causa importante di stress è che in una coppia di pappagalli uno dei coniugi sia troppo dominante. Questo problema è frequente in qualunque specie di pappagallo ma in alcune, come i cacatua, eclectus o alcune amazzoni, hanno una speciale tendenza all'aggressività verso il compagno. Il fatto di avere un compagno eccessivamente dominante è che l'altro può soffrire un'enorme pressione, dovendo stare permanentemente sotto controllo del compagno perché si sente costantemente attaccato. In questi casi, la migliore soluzione è di dividere la coppia e provare a formare nuove coppie.

Solitudine:
I pappagalli in natura vivono in grandi gruppi prima del periodo di riproduzione e successivamente con il compagno mentre si riproducono. In cattività raramente possiamo avere più di uno. Questo provoca un sentimento di solitudine nei nostri pappagalli che è senza dubbio una delle cause più frequenti del picaje. La solitudine possiamo calmarla in molti modi: trovargli un compagno, fargli molta compagnia noi stessi, etc....


Sessuale:
La picaje interviene appena l'uccello raggiunge la sua maturità sessuale, l'uccello sente il desiderio di riprodursi, e privato di un compagno/a, per la frustrazione avrà tendenza a strapparsi le piume.
La pica interviene spesso nella tappa che segue l'emissione ormonale del periodo di riproduzione.

Mancanza di esercizio o installazioni inadeguate:
Alcuni gabbie e soprattutto le grucce non offrono al pappagallo lo spazio vitale o gli elementi necessari affinché questo faccia l'esercizio che necessita. Non possiamo dimenticate che i pappagalli sono uccelli molto attivi e che hanno bisogno della loro dose giornaliera di esercizio per fare una vita sana. Le gabbie eccessivamente piccole, di design inadeguato, gabbie rotonde per esempio, le grucce, eccetera... possono provocare alterazioni psicologiche gravi.

Dieta scorretta:
Un'altra causa frequente di picaje è una dieta scorretta. Pappagalli che si alimentano solamente con semi di girasole, questo perché il padrone non dà loro un'altra cosa oppure perché il pappagallo non la mangia, pappagalli che si abituano a mangiare "regalini" in quantità eccessive tali che alla fine il pappagallo non mangia quello che dovrebbe realmente, eccetera.... Tutti questi motivi possono scatenare il picaje da parte del pappagallo.

POSSIBILI SOLUZIONI AL PICAJE:


Ricordiamo che il primo passo è sempre quello di far visitare il pappagallo da un Veterinario aviare specializzato,
e di stabilire insieme a lui la migliore terapia possibile, sia che si tratti di una terapia farmacologia, come nei casi di picaje causata da patologie, sia che si tratti di un problema psicologico.


Per potere risolvere il picaje, la prima cosa che dobbiamo fare è "trovare" quale fu la causa che l'originò. Come abbiamo detto, il problema può essere di varie nature differenti. Quando vediamo che c'è qualcosa che ha turbato o a scatenato la causa e ne siamo certi al 100%, la cosa che dobbiamo fare è semplicemente correggere o eliminare questa causa, se sarà quella giusta il pappagallo smetterà da solo il picaje. Il problema grave arriva quando realmente non vediamo niente che possiamo mettere in relazione con il problema , ma il pappagallo continua ad offendersi. In questi momenti possiamo provare a cambiare alcune cose (cambiare gabbia) cambiare al pappagallo di posto, cambiare la dieta, mettere un altro pappagallo, mettere più giocattoli, eccetera...) Tutte questi cose possono in un momento aiutare o diminuire il problema, ma non significa che lo abbiano risolto del tutto, quindi dobbiamo continuare a prestare una certa attenzione al comportamento e alle situazioni che circondano il pappagallo. Molti pappagalli non smetteranno di offendersi nonostante abbiamo cambiando tutte questi cose.


Infine bisogna dire che in alcuni occasioni, il picaje non si ferma nelle piume, ma alcuni pappagalli sono capaci di offendersi la pelle o le dita provocandosi gravi ferite. Come sempre dobbiamo rivolgersi al veterinario,che valutando il caso opterà per il trattamento più idoneo.
avatar
Spangle76
Senior
Senior

Messaggi : 1535
Data d'iscrizione : 29.09.12
Età : 40
Località : Ragusa (RG)

http://allevamentoondulatiinglesi.jimdo.com/

Tornare in alto Andare in basso

Re: Richiesta d'aiuto agli amici pappagallari

Messaggio Da francoma il Mer Mar 06, 2013 4:42 pm

Un grazie a Mauro73 e a Davide adesso faccio un copia e incolla cosi' nel caso telefonasse posso dirgli qualcosa combinazione io domattina sono di nuovo all'aism x la piscina ma lei non c'e' e' x quello che era preoccupata ancoara grazie
avatar
francoma
Sponsor
Sponsor

Messaggi : 7070
Data d'iscrizione : 28.02.12
Età : 65
Località : genova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Richiesta d'aiuto agli amici pappagallari

Messaggio Da Graziano73 il Mer Mar 06, 2013 10:12 pm

Franco come ti hanno già detto l'unica cosa un veterinario, la pica se di natura psicologica e difficilissima da curare

_________________
Ciao Graziano
FOI RNA 02TT
Ass.Pesarese Ornicoltori [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
Graziano73
Junior Mod
Junior Mod

Messaggi : 11661
Data d'iscrizione : 30.05.12
Età : 43
Località : Sangiustino (PG)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Richiesta d'aiuto agli amici pappagallari

Messaggio Da francoma il Mer Mar 06, 2013 10:23 pm

La mia paura Graziano che sia un problema affettivo non credo di malattia ti dico perche' ha molti animali canarini ,altri uccelli,credo oltre al Cenerino altri pappagalli,poi gatti e x il lavoro che fa non so il tempo che gli puo' dedicare io penso cosi' anche se non me ne intendo cmq se mi telefonasse dico tutti i suggerimenti che mi avete dato GRAZIE cheers
avatar
francoma
Sponsor
Sponsor

Messaggi : 7070
Data d'iscrizione : 28.02.12
Età : 65
Località : genova

Tornare in alto Andare in basso

Re: Richiesta d'aiuto agli amici pappagallari

Messaggio Da Graziano73 il Mer Mar 06, 2013 10:42 pm

I Cenerini e le Amazzoni e molto facile che cadano in depressione

_________________
Ciao Graziano
FOI RNA 02TT
Ass.Pesarese Ornicoltori [Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
Graziano73
Junior Mod
Junior Mod

Messaggi : 11661
Data d'iscrizione : 30.05.12
Età : 43
Località : Sangiustino (PG)

Tornare in alto Andare in basso

Re: Richiesta d'aiuto agli amici pappagallari

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum